Il filo di Nortia: Casi Irrisolti di Pier Mauro Tamburini

 




Un ragazzo con molti segreti trovato morto in piscina durante i Mondiali d'Italia del ’90; un veterano della Prima guerra mondiale ucciso negli anni Sessanta in una casa di riposo per militari in pensione; una settimana bianca con delitto nella scintillante Cortina d’Ampezzo degli anni Ottanta. Tre storie che sembrano indecifrabili, nessuna certezza sulle dinamiche né tantomeno sui possibili moventi: sono assassini, suicidi o tragici scherzi del destino? Per decenni le vicende di questi giorni fatali sono rimaste un mistero eppure gli indizi per risolvere l’enigma ci sono tutti: adesso tocca a te mettere alla prova il tuo intuito. Casi irrisolti non è solo un rompicapo per tenere la mente allenata durante le vacanze, è una sfida che ti permette di misurare il tuo ingegno con crimini apparentemente insolubili, risolvere i misteri e immergerti in un racconto che ricostruisce nei minimi particolari tre momenti indimenticabili della nostra memoria collettiva. Fotografie, messaggi in codice, prove archiviate, analisi della scientifica e trascrizioni degli interrogatori dell’epoca. Ogni dettaglio va esaminato con attenzione per riuscire dove tutti gli altri detective hanno fallito.



Ho sempre apprezzato i giochi investigativi, ma il più delle volte questi vengono organizzati per più partecipanti che impediscono la focalizzazione assoluta sui casi. Di solito finiscono senza una narrazione completa e la stessa risoluzione, lasciando l'amaro in bocca. Inoltre, tra una risata e l'altra, è facile distrarsi e perdersi gli indizi.

Casi irrisolti si dimostra alla mano, abbastanza semplice e intuitivo, ma complesso per i meno esperti. Nonostante siano solo tre rompicapi, ho avuto modo di giocare da sola, in coppia e in gruppo e il risultato è stato sempre molto coinvolgente. 

L'unica pecca è quella di essere un "libro" dalle dimensioni normali e quando si è in gruppo si perde un po' di tempo per dare il tempo a tutti di osservare i vari indizi. Se fosse stato un po' più grande, sarebbe stato preferibile e raggiungibile da tutti. Per chi gioca da solo invece è perfetto e ottimo da portare con sé ovunque si va. 

Personalmente ho apprezzato molto che alcuni indizi dovessero essere ricercati online anche se, a primo impatto, non è stato facile capire la modalità di ricerca. Se vuoi stare lontano dal cellulare, invece, questa ricerca online può essere scomoda ma non è indispensabile. Infatti, gli indizi online permettono di avere un quadro completo in anticipo rispetto allo svelamento nel libro. 

Armatevi di pazienza e provate anche voi a risolvere i tre enigmi!




















Nessun commento


FOLLOW US ON INSTAGRAM

FOLLOW US ON TIKTOK