I Canti di Calliope: Come Acrobati sul Mare di Federica S. Rossi



Data di uscita: 18 luglio 2023


Destino. Se il destino esiste, è immenso come il mare. Tortuoso e sconnesso come il groviglio dei vicoli di Napoli che Damiano percorre trafelato in piena notte per andare in soccorso di un suo compagno di classe, anche se lo conosce appena. Il destino gli sussurra all’orecchio che quella è la sua strada, che Sofian, il ragazzo di origini egiziane, il reietto, lo straniero, sarà la sua stella fissa, il suo porto sicuro e il balsamo sulle sue ferite. Allo stesso modo, il destino porta Ludovico lontano dalla sua Bologna per inseguire un amore che gli scivola via dalle dita, e proprio in quella stessa Napoli che sente ostile e sconosciuta. Ma il destino è un arazzo complicato, pieno di contraddizioni e ostacoli, come il confine tra l’amicizia e l’amore. E vivere non è altro che restare in equilibrio, sospesi tra desiderio e realtà, tra promesse da mantenere e sogni da realizzare. È restare in equilibrio sulla vita come acrobati sul mare.

Bentrovati lettori!!

 Con vero piacere vorrei presentarvi “Come Acrobati sul Mare” romanzo di Federica S. Rossi, edito More Stories.

Un romance che mi ha catturato subito per il titolo, una trama che mi ha incuriosita all’istante, una copertina super affascinante: gli ingredienti perfetti per iniziare una nuova lettura.

Una storia di 344 pagine che parla di vita, quella vissuta, indebolita dal dolore, dalle sconfitte, dalla paura, ma anche ricca di sentimenti, di speranza e di amore. Questo racconto è una commedia che mescola tra di loro amore, amicizia e famiglia. La storia è narrata  in prima persona, nei pov alternati dai tre protagonisti principali Damiano, Sofian e Ludovico, con un linguaggio sciolto, avvolgente e dettagliato. Un libro intenso e spassoso, con pagine piene di colpi di scena, cariche di stupore che tiene avvinti e commuove con riflessioni scandite da metafore e parallelismi tra il mondo dei grandi classici e quello in cui viviamo noi.

Un romanzo ben scritto in cui l'autrice mostra nuovamente di saper cogliere il senso profondo di alcune situazioni a livello sociale, di una società che disprezza e tiene conto fin troppo della diversità. Ma con una bellezza semplice ed emozionante l’autrice è riuscita a racchiudere migliaia di sentimenti: la magia della speranza, la paura di essere diversi, la forza di volontà, il coraggio e l’amore che supera tutte le barriere.

Una storia che non si dimentica e ti entra nel cuore, capace di farci piangere ma anche sorridere.

Questo romanzo possiamo considerarlo un viaggio, fisico e metaforico, di tre ragazzi dalla fanciullezza alla vita adulta, che parte dai vicoli di Napoli fino ad arrivare a Bologna.  Ragazzi consapevoli o in parte ignari di sè e del mondo in cui vivono che ci fanno provare le loro amicizie e il loro amore, quello oltre ogni ostacolo, un’amicizia che diventa qualche cosa di unico e, nei fatti, sempre più determinante e che puó resistere a tutto perfino alla morte. Un viaggio che insegna molto e ci mette davanti alle mille verità che troppo spesso ci dimentichiamo, una tra tutte che “l’essenziale è invisibile agli occhi”.


«Il cuore è vagabondo, non gli piace stare sempre al suo posto, qualche volta esce a farsi un giro, incontra altri cuori, ma torna sempre a casa. Ti devi fidare del cuore, Sofian, perché sa sempre dove andare. E quando non lo vedi per un po’ non ti devi preoccupare, forse ha solo trovato un altro petto in cui abitare. Ma la sai una cosa? Ci sono tanti cuori vagabondi a Napoli, non rischi di rimanere senza.»


 Come Acrobati sul Mare” è uno dei più bei romanzi che ho letto fino adesso, che vi consiglio di leggere, ma soprattutto di viverlo in prima persona, pagina dopo pagina, perché come me, troverete la vera essenza dell’amore e vorreste che non arrivasse mai la fine.

Buona Lettura!
















 

Nessun commento


FOLLOW US ON INSTAGRAM

FOLLOW US ON TIKTOK