I Canti di Calliope: Qualcosa di simile alla neve di Federica S. Rossi

 

Buongiorno cari lettori,

oggi vi propongo “Qualcosa di simile alla neve” un romanzo davvero emozionante di Federica S. Rossi, edito More.

In 30 anni ho letto tanti romanzi e non mi sono mai fatta mancare nulla: fantasy, contemporary, storici, thriller, romantici. Amo la lettura in tutti i suoi generi perché riesce a regalarmi emozioni diverse. E' una valvola di sfogo e, soprattutto, un'ancora a cui appigliarmi nei miei momenti più bui.

E se proprio volete sapere quale genere riesce a catturarmi di più tra i tanti, non ci crederete mai ma è un "male to male". Quando mi propongono questo tipo di romanzo, in ogni sua forma, non riesco proprio a dire di no. Non so perché, ma quando  autrici e autori scrivono di due uomini riescono sempre a metterci quel pizzico in più di ardore e di entusiasmo che mi farebbero rileggere il romanzo altre cento volte.

"Qualcosa di simile alla neve” rientra in questa categoria. Un romanzo scritto in prima persona, attraverso il pov alternato dei due protagonisti, Ben e Cameron, che ci mostrano non solo i loro pensieri e atteggiamenti ma anche i loro stati d’animo. È sicuramente un libro d’amore ma colpisce perché non si fa mancare nulla: dolore, amicizia, rinascita, ricostruzione interiore.

“Era semplicemente impossibile che io mi lasciassi andare e cancellassi anni e anni di convinzioni dopo aver lavorato tanto per costruirle. Era come se per tutta la vita mi avessero detto di essere allergico alla cioccolata e improvvisamente, dopo averne assaggiato un pezzetto, non fossi morto”

Una storia di due ragazzi completamenti diversi tra loro che si conoscono su un tetto e questo incontro sconvolgerà per sempre la loro vita e il loro modo di essere. Da una parte c’è Ben con la sua fidanzata storica e una vita fatta di tranquilla routine, eventi programmati con minuzia e segreti che l’uno custodisce per l’altro. Dall’altra c’è Cameron, appena approdato a New York insieme alla nipotina Helena e il loro cane Sugar. Con l’intenzione di prendere la vita di petto e ricominciare daccapo, Cameron è abituato a essere preso a schiaffi e non ha paura di affrontare quello che il futuro gli riserverà, sempre però proteggendo il suo cuore.

Ma quando quel ragazzo biondo, con gli occhi dell’azzurro più intenso che abbia mai visto, gli si presenta davanti, Cam capisce che non sarà così facile mantenere le distanze, perché qualcosa dentro di lui si scioglie…qualcosa di simile alla neve.

Un libro toccante, che ci fa rimanere con il fiato sospeso fino alla fine e, una volta terminato, si sorride con le lacrime agli occhi. Una descrizione realistica; una storia che ci racconta della discriminazione e l’omofobia che ogni giorno colpisce la comunità LGBTQ+.

Un romanzo bellissimo che vi consiglio di non perdere e come sempre vi auguro…

BUONA LETTURA!!!










Nessun commento


FOLLOW US ON INSTAGRAM

FOLLOW US ON TIKTOK