Recensione: Ralf di Maurizio J. Bruno




RECENSIONE

Salve, cari lettori!

Oggi ho il piacere di presentarvi “Ralf” di Maurizio J. Bruno, edito Tabula Fati.

È un onore per me parlare del vincitore del Premio Vegetti come Miglior Romanzo Italiano di Fantascienza 2021, scelto dalla World SF Italia (Associazione degli Scrittori Italiani di Fantascienza).

Il protagonista della storia è Marco Ranieri, giovane e brillante ricercatore italiano che ha dato vita a Ralf, un piccolo robot autosufficiente in grado di utilizzare diverse fonti di energia per alimentarsi. Un gruppo di ricerca universitaria statunitense è interessato ad approfondire i suoi studi e vorrebbero confrontare i dati del progetto italiano, con i loro, sull’intelligenza artificiale oltre oceano. Alla vigilia della partenza di Marco per gli Stati Uniti, però, entrambi i progetti vengono compromessi. Chi starà sabotando i progressi tecnologici sull’intelligenza artificiale? E soprattutto, perché?

Il romanzo è scritto in terza persona attraverso un lessico accurato, dettagliato e scorrevole. Il susseguirsi di immagini e dialoghi ben fatto e ricco di informazioni permette di vedere ogni scena descritta materializzarsi intorno come se fosse un film.

Per gli amanti dell’informatica e della robotica questo libro risulterà un vero e proprio capolavoro; infatti, non mi meraviglio per il premio ricevuto. Per chi, come me, ha invece voglia di cimentarsi sempre in nuovi generi, consiglio vivamente “Ralf” perché la storia evolve attraverso le strutture tipiche della fantascienza, del thriller, del romance, del contemporary: i normali aspetti di una vita quotidiana fatta di sentimenti, imprevisti, debolezze e ripensamenti…

Un romanzo che alla fine lascia delle riflessioni profonde: quanto di buono può fare l’uomo se solo si applicasse o se solo ci fosse per davvero da parte sua la volontà di fare del bene, ma siamo troppo egoisti per poter pensare di andare avanti, di evolvere e di avere fiducia nelle nostre stesse capacità.

“«Volevano evitare la formazione di una coscienza popolare sul diritto alla vita di queste creature… Lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale può portare l’uomo dove non ha mai sperato di arrivare. E tutto questo grazie all’Intelligenza Naturale e alla caparbietà di persone come lei e come noi.»”

Vi consiglio, amici lettori, questa incredibile storia e vi auguro…

BUONA LETTURA!

5
adatto a tutti

Nessun commento


FOLLOW US ON INSTAGRAM

FOLLOW US ON TIKTOK